Reach, l'Unione Europea aggiunge
undici sostanze all'Authorisation List

Reach, l'UE aggiunge undici sostanze all'Authorisation list
04 March 2020

La Commissione europea ha decretato che undici sostanze tossiche per la riproduzione o persistenti e bioaccumulabili, a partire dal 2023, potranno essere prodotte o immesse in commercio solo se previamente autorizzate.

La novità, prevista dal regolamento 2020/171/UE della Commissione europea entrato in vigore lo scorso 27 febbraio, passa dall'integrazione delle sostanze in questione nell'allegato XIV ("Elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione") del regolamento Reach 1907/2006/CE, che così raggiunge quota 54 sostanze elencate.

Queste le sostanze aggiunte:

  • acido 1,2-benzendicarbossilico, diesil estere, ramificato e lineare (N. CE: 271-093-5; N. CAS: 68515-50-4)
  • Ftalato di diesile (N. CE: 201-559-5; N. CAS: 85-75-3)
  • Acido 1,2-benzendicarbossilico, esteri alchilici di-C6-10
  • Acido 1,2-benzendicarbossilico, diesteri misti decilici ed esilici e ottilici con una concentrazione > 0,3% di ftalato di diesile (N. CE 201-559-5) N. CE: 271-094-0; 272-013-1; N. CAS: 68515-51-5; 68648-93-1
  • Fosfato di trixilile (N. CE: 246-677-8; N. CAS: 25155-23-1)
  • Perborato di sodio; acido perborico, sale di sodio (N. CE: 239-172-8; 234-390-0; N. CAS: - )
  • Perossometaborato di sodio (N. CE: 231-556-4; N. CAS: 7632-04-4)
  • 5-sec-butil-2-(2,4-dimetilcicloes-3-en-1-il)-5-metil-1,3-diossano [1], 5-sec-butil-2-(4,6-dimetilcicloes-3-en-1-il)-5-metil-1,3-diossano [2] (comprendenti qualsiasi singolo stereoisomero di [1] e [2] o qualsiasi combinazione di essi) (N. CE: - ; N. CAS: - )
  • 2-(2H-benzotriazol-2-il)-4,6-diterzpentilfenolo (UV-328) (N. CE: 247-384-8; N. CAS: 25973-55-1)
  • 2,4-di-terz-butil-6-(5-clorobenzotriazol-2-il)fenolo (UV-327) (N. CE: 253-037-1; 3864-99-1)
 
  • 2-(2H-benzotriazol-2-il)-4-(terz-butil)-6-(sec-butil)fenolo (UV-350) (N. CE: 253-037-1; N. CAS: 36437-37-3)
  • 2-benzotriazol-2-il-4,6-di-terz-butilfenolo (UV-320) (N. CE: 223-236-6, N. CAS: 3846-71-7)

Per ogni nuova sostanza sottoposta ad autorizzazione, il provvedimento fissa la data a partire dalla quale l'immissione sul mercato e l'uso della stessa saranno vietati, fatto salvo il rilascio di apposita autorizzazione (dal 27 febbraio 2023 al 27 novembre 2023), nonché della data entro la quale dovranno pervenire le domande di autorizzazione (dal 27 agosto 2021 al 27 maggio 2022).

Il provvedimento, inoltre, al fine di evitare l'obsolescenza prematura di articoli o prodotti complessi non più fabbricati dopo le date di scadenza di cui all'allegato XIV, estende (di due anni) le disposizioni transitorie esistenti per l'utilizzo di alcune delle sostanze già presenti nell'allegato nella produzione dei pezzi di ricambio.

Resta costantemente aggiornato sulle principali novità legislative da tutto il mondo in materia di compliance registrandoti gratuitamente qui.